News

 

Terapia Lorenz e ossigenazione del sangue

Una delle condizioni per una buona salute generale è avere un buon sistema circolatorio. Il sangue ossigena tutto il nostro corpo e questo ci fa vivere.

Il sangue per circolare bene ha bisogno di una elevata carica elettrica negativa che è presupposto perché le cellule del plasma possano fluire liberamente.

Lo strato più profondo, all’interno dei vasi sanguigni, è l’endotelio vascolare, che quando è danneggiato può portare a coagulazione in quella zona. Se tutte le cellule del sangue hanno un’alta carica negativa, allora si respingeranno e si muoveranno liberamente attraverso i vasi sanguigni senza toccarsi l’un l’altra.

Di contro il sangue con una carica positiva porta ad aggregazione e coagulazione, quindi a malattia e degenerazione.

La Terapia Lorenz lavora su questo principio: “neurostimolazione selettiva di fibre nervose localizzate, a mezzo di impulsi negativi controllati, associata ad una partecipazione volontaria del soggetto”.

Da questo presupposto origina la straordinaria efficacia e la incredibile versatilità della Terapia Lorenz, che non agisce solo sul dolore, ma sulla CAUSA del dolore e sul disequilibrio dei distretti corporei da curare.

Questo metodo agisce dall’epidermide agli organi interni fino alle ossa, persino nel cervello attraverso la scatola cranica inducendo in tutte le strutture che incontra miglior irrorazione sanguigna e miglior ossigenazione.

Per conoscere l’elenco delle patologie trattate clicca qui.